Scritto da

Intervista a Luca Matteucci, allenatore degli Juniores Regionali

Non categorizzato

Questa settimana abbiamo ascoltato Luca Matteucci, allenatore degli Juniores Regionali:

Prima di quest’anno, hai allenato per 5 anni la Prima Squadra. Che cambiamenti hai notato nell’approccio dei ragazzi alla partita e agli allenamenti e che cambiamenti hai apportato te al tuo metodo di allenamento?

Il cambiamento è importante. Lo scorso anno la squadra era composta per la maggior parte da ragazzi sui 30 anni e negli allenamenti era molto importante la parte atletica, infatti ero affiancato anche da un preparatore. Quest’anno i ragazzi sono del 2004 e 2005, quindi un po’ per questo e un po’ anche perché il campo in sintetico ci permette di fare un altro tipo di lavoro, gli allenamenti sono indirizzati maggiormente sul lavoro con la palla.

Quali sono gli obietti stagionali?

L’obiettivo è quello di far meglio possibile. Abbiamo un gruppo importante di 2004 e i 2005 che sono rimasti dopo gli Allievi Elite. Tecnicamente la squadra è forte, dobbiamo migliorare a livello mentale, ma sono ragazzi giovani e c’è tutto il tempo per migliorare. Ad ora sicuramente dobbiamo fare di tutto per rimanere attaccati al groppone di testa, cercando di rientrare tra le prima 4 – 5.

Una parola sul nuovo impianto Henderson.

Semplicemente si parla di un altro sport. Un impianto del genere fa la differenza in campo, anche solo per quanto riguarda l’intensità degli allenamenti, visto che possiamo usare sempre il pallone e farlo a grande velocità in ogni esercizio. 

Hai un sogno nel cassetto?

Il mio sogno era quello di fare il campo sintetico e ci siamo finalmente riusciti. Adesso ci dobbiamo impegnare per far crescere sempre di più la società e mettere a frutto l’investimento fatto.